GINECOMASTIA · mammella maschile

Guarda il video >

Che succede se la ghiandola mammaria nell’uomo con lo sviluppo non va incontro alla naturale atrofia? Si verifica un ingrossamento della mammella che diventa simile ad un seno femminile: e’ la condizione definita ginecomastia vera. (aumento di volume della ghiandola mammaria) Anche un accumulo di grasso concentrato in corrispondenza delle mammelle puo’ dare eccessivo volume al torace; in tal caso si parla di pseudo ginecomastia ( aumento di volume delle mammelle dovuto solo al grasso ) Le due condizioni possono coesistere. / ( ginecomastia mista )
Avere un torace di aspetto femminile e’ un inestetismo piuttosto diffuso nel mondo maschile, che si manifesta nel processo di crescita. l’ipertofia mammaria mammaria maschile causa forti disagi a livello psicologico e relazionale, soprattutto con l’altro sesso; purtroppo, non essendo una vera patologia, spesso gli uomini che ne soffrono preferiscono nascondere con gli abiti il problema, piuttosto che affrontarlo chirurgicamente. “Per un uomo, vedersi una sorta di seno rappresenta una grossa ferita all’autostima e alla propria affermazione sociale come maschio”, Inoltre la ginecomastia comincia a manifestarsi in eta’ puberale, cioe’ proprio quando il ragazzo inizia ad affermare il proprio ruolo e immagine e percezione di sé hanno un ruolo fondamentale per la stabilita’ psicologica. Per questo e’ bene ricorrere presto alla soluzione chirurgica, una volta stabilizzata la crescita dell’individuo, sgravando la persona della difficolta’ di sopportare un difetto cosi’ inopportuno”.

LE OPZIONI CHIRURGICHE
L’intervento chirurgico che restituisce virilita’ al torace maschile e’ differente a seconda della natura del problema; occorre effettuare oltre alla visita anche una ecografia mammaria per valutare i due componenti della mammella cioè il grasso e la ghiandola mammaria
In caso di un esclusivo eccesso di grasso, ovvero di pseudo ginecomastia, si procede con una liposuzione localizzata”, eseguita in anestesia locale, accompagnata da sedazione. Il grasso localizzato a livello dei pettorali viene aspirato per mezzo di una sottile , in modo da non lasciare esiti cicatriziali visibili . La quantita’ di grasso da aspirare viene stabilita in considerazione anche del tipo di tessuto e di struttura fisica del soggetto, al fine di ottenere un armonioso rimodellamento del torace. Condizione ideale per sottoporsi alla liposuzione dei pettorali e’ un’adeguata elasticita’ cutanea, necessaria per consentire alla pelle di adattarsi al meglio ai nuovi volumi raggiunti con la liposuzione. La durata media di un tale intervento e’ di circa 60’, segue un bendaggio compressivo da rimuovere dopo una settimana. Per favorire il riassorbimento dell’edema e delle ecchimosi e’ consigliato un ciclo di linfodrenaggio manuale e l’utilizzo di una fascia toracica. Le attivita’ quotidiane potranno essere riprese gia’ dal giorno successivo, ma per sforzi con le braccia e lo sport bisognera’ attendere 10 giorni
: “Invece, nel caso in cui si tratti di ginecomastia vera e , quindi di un’ipertrofia della ghiandola mammaria, il processo chirurgico prevede la asportazione della ghiandola mammaria attraverso una incisione semicircolare che contorna il bordo inferiore della areola , a cui quasi sempre si aggiunge anche una liposuzione di contorno per livellare i tessuti Anche in questo caso si porta per qualche tempo una fascia elastica e non residuano cicatrici evidenti ne. La durata media di un tale intervento e’ di circa 90 minuti’,
Nella ginecomastia mista le due tecniche ( Liposuzione ed asportazione della ghiandola , vengono variamente combinate fra di loro )
Come avviene l’intervento
Si effettuano prima gli esami preoperatori (esami del sangue .rx torace ed ecg).
Si viene in Clinica al mattino a stomaco vuoto
Dopo l’intervento , che si effettua in anestesia locale assistita o in anestesia generale superficiale si recupera in 2 o 3 ore e si procede alla dimissione con teapia antibiotica domiciliarere Occorre portare per 7 o 10 giorni una banda toracica

 


Condividi