MASTOPLASTICA RIDUTTIVA : RIDUZIONE DEL SENO.

Guarda il video >

Un seno molto grande (quinta o sesta misura o oltre), che viene definito col termine di ‘Gigantomastia,’ è non solo fonte di evidente inestetismo, ma anche responsabile di disagio fisico, come peso, dolore e cifosi ( schiena curva) a livello della colonna vertebrale, sudorazione eccessiva, eritemi e dermatiti, difficoltà nelle attività sportive etc.

Le tecniche chirurgiche per ridurlo sono molteplici. L’intervento, che si chiama Mastoplastica Riduttiva , è più complesso rispetto alla semplice introduzione di una protesi, ma si possono ottenere risultati brillanti , purchè la paziente accetti delle sottili cicatrici che in ogni caso saranno nascoste dal reggiseno.
La procedura è simile a quella seguita per la mastopessi, precedentemente descritta, con la differenza che occorre asportare una certa quantità di tessuto mammario, oltre alla pelle. Sono state descritte molte tecniche di Mastoplastica Riduttiva e con ognuna di esse si possono ottenere ottimi risultati in mani esperte; in genere ogni chirurgo plastico ha la sua tecnica personale, che ha elaborato nel corso del tempo.

L’intervento; come, dove, quando
L’operazione dura circa tre o quattro ore e può essere anch’essa effettuata in Day Hospital. Si applicherà una fasciatura compressiva per sette giorni ed uno speciale reggiseno per un mese. Solo in casi di riduzioni di grossa entità ed in pazienti anziane è consigliabile il ricovero in Casa di Cura per 2 o 3 giorni .

Le attività lavorative e sociali devono essere limitate mediamente per 7-8 g
giorni. Può essere effettuato in ogni periodo dell’anno.



Condividi