BLEFAROPLASTICA · palpebre gonfie e pesanti

Guarda il video >

La bellezza inizia dallo sguardo e la chirurgia estetica delle palpebre è veramente importante per il ringiovanimento del viso ed anche una delle più richieste.
La Blefaroplastica ,(così si chiama questo intervento) è molto gratificante per il paziente in quanto corregge l’aspetto triste e stanco conferito dalle palpebre gonfie e cadenti e dona luminosità e freschezza allo sguardo. E’ l’ideale completamento del Lifting Facciale , ma spesso viene effettuata isolatamente.

La tecnica chirurgica
A livello della palpebra superiore, si asporta, secondo un preciso disegno a forma di ellisse, la pelle in eccesso,( che rende la palpebra pesante e cadente), si eliminano le borse di grasso,responsabili del gonfiore, e così si rende di nuovo visibile il solco palpebrale, cioè quella linea dove le donne applicano ’la matita’.

E’ importante procedere ad un accurato esame preoperatorio per valutare esattamente la quantità di grasso e pelle de asportare dalle palpebre, la qualità e quantità delle rughe presenti, l’ eventuale concomitante abbassamento del sopracciglio. A volte la ‘caduta’ della palpebra superiore dipende principalmente da un abbassamento del sopracciglio e quindi bisogna intervenire anche a questo livello per sollevarlo.
A livello della palpebra inferiore ,con un sottile incisione subito sotto la linea di
impianto delle ciglia, si scollano i tessuti, asportando le borse di grasso palpebrale e, molto cautamente, si elimina la pelle in eccesso, mettendo in tensione la palpebra.

L’intervento: come, dove, quando
A differenza degli altri interventi descritti, questo viene effettuato ambulatorialmente in anestesia locale (sempre con assistenza dell’anestesista), Dura all’incirca 1ora e mezzo e può riguardare sia la palpebra superiore che quella inferiore. Dopo permangono edema ed ecchimosi per 6 o 7 giorni.
Le cicatrici risultanti sono pressocchè invisibili, perché molto sottili e coincidenti con normali pieghe cutanee. Nel complesso possiamo dire che si ottiene un ottimo risultato con un impegno moderato del paziente.

 


Condividi