Mastoplastica additiva su ragazze minorenni?

In questi ultimi anni la richiesta di interventi estetici è notevolmente aumentata e fra questi la Mastoplastica Additiva è fra le più frequenti.
Ritengo assolutamente giusto non effettuare l’intervento di mastoplastica additiva su ragazze che abbiano un età inferiore ai 18 anni.

Si tratta di una norma etica e deontologica a cui io, personalmente mi sono sempre attenuto , così come tutti gli specialisti professionalmente corretti.
La motivazione scientifica è che prima dei 17 o 18 anni la ghiandola mammaria non ha ancora esaurito la sua potenzialità di sviluppo e la protesi potrebbe interferire negativamente.
Inoltre, vorrei anche aggiungere , parlando da genitore ,che a livello psicologico, il livello di saggezza e maturità di giudizio spesso non sono ottimali durante la minore età, mentre i genitori, a volte, vengono plagiati.

E’ dunque molto sensato da parte del Ministero della Sanità occuparsi del problema.
Io credo che il modo migliore per farlo sia quello di inserire questo principio fra le Linee Guida
Ministeriali riguardanti questa tipologia di interventi . ( limitatamente ai casi di aumento di volume del seno per motivi estetici , ad esclusione dei casi di chirurgia ricostruttiva o di grave psicosi ossessiva legata alla percezione della propria immagine ed accertata da certificato psichiatrico, da valutare di volta in volta).

Non ritengo, invece, sia il caso di legiferare specificamente sulla materia, altrimenti si dovrebbero emanare centinaia di altre norme che riguardano la correttezza scientifica e deontologica delle scelte mediche diagnostiche o terapeutiche .


Condividi