Regole del Chirurgo Plastico : mai comportarsi da ‘Diavolo Tentatore’

Regole del Chirurgo Plastico : mai comportarsi da ‘Diavolo Tentatore’

IL Chirurgo Plastico è un medico particolare, perché non cura tanto il corpo , ma soprattutto la mente .

 Il suo ruolo è paragonabile a quello di uno Psicoterapeuta  perchè  ha il compito di eliminare un disagio psicologico legato ad un difetto estetico o presunto tale.Esistono soggetti che sono portatori di grosse disarmonie senza risentirne minimamente ed altri che soffrono per un difetto minimo o addirittura insignificante che il chirurgo si impegna a risolvere .In base a questo principio diventa lecito intervenire anche per conseguire risultati apparentemente molto limitati.Esistono casi in cui un soggetto si rivolge al chirurgo plastico per trattare delle  piccole rughe e si vede enumerare tutti i suoi difetti ( naso, seno , corpo ), con la proposta di una correzione .Tale comportamento è assolutamente scorretto dal punto di vista deontologico , perché può far nascere ‘complessi’ e dubbi in persone  insicure  ed influenzabili, provocando un grave danno psicologico, solo allo scopo di procurarsi un ‘profitto’.E’ come se uno psichiatra innescasse delle psicosi per poterle poi curare.Il sottoscritto rifugge sempre da questo comportamento e preferisce essere consultato su un problema che il paziente si pone ; soltanto se il paziente dice la fatidica frase : ‘dottore secondo lei cosa si dovrebbe fare per migliorare il mio aspetto’, ritengo opportuno svelare il mio pensiero.


Condividi