RINOPLASTICA COSA DEVI ASSOLUTAMENTE SAPERE

rinoplastica-cosa-devi-sapere

 

RINOPLASTICA  COSA DEVI ASSOLUTAMENTE SAPERE

La Rinoplastica è un intervento che ti può migliorare la vita , regalandoti un importante  cambio di immagine e sicurezza nei rapporti sociali ; devi però conoscere alcuni punti importanti .

      L’intervento completo è bene effettuarlo in anestesia Generale Superficiale e mai in Anestesia Locale, per un migliore ‘confort ‘ ed una maggiore sicurezza  ; un intervento parziale (ad es solo rimodellamento della punta senza osteotomie )si può effettuare in Anestesia Locale .

    In ogni caso la situazione ideale è un Day Hospital. La foto ed il progetto preoperatorio sono solo indicativi e servono a stabilire una intesa col paziente sull’obiettivo da perseguire , ma non può essere mai garantita  da nessun operatore la riproducibilità del progetto nella realtà , perché troppe sono le varianti in gioco.

      La  perfezione del risultato non può  essere garantita e bisogna accettare la eventualità di piccoli ritocchi  chirurgici per imperfezioni residue, nell’ambito di un chiaro miglioramento estetico  ; a tal proposito va’ considerato come insuccesso solo un risultato chiaramente peggiorativo  rispetto alla situazione preesistente.

Il risultato definitivo di una rinoplastica si vede dopo un anno ,perché la punta nasale si sgonfia del tutto dopo un anno,

        Una Rinoplastica effettuata solo per motivi estetici , in un paziente che non ha problemi respiratori , non migliora la respirazione, ma la lascia invariata ; se vi sono problemi respiratori , (ipertrofia dei turbinati, deviazione settale od altro ), questi vanno trattati e risolti insieme al rimodellamento estetico. allo scopo di allargare lo spazio disponibile  nelle cavità  aeree nasali.

       Esistono persone che hanno una percezione abnorme di eventuali disarmonie estetiche (dismorfofobia) per loro un piccolissimo difetto vero o presunto diventa  un incubo.; queste persone  vanno accuratamente selezionate e valutate nella loro candidatura all’ intervento , perché anche se si può loro assicurare un notevole miglioramento dell’immagine saranno sempre ossessionate da piccoli difetti residui o presunti tali ,spesso impossibili da valutare o anche da condividere visivamente .

     Un ultimo richiamo alla tecnica ; la rinoplastica si può effettuare con la tecnica chiusa tradizionale o con la tecnica aperta ;quest’ultima  è bene riservarla  solo ai nasi difficili , perché permette di correggere meglio  , ma a prezzo di un maggiore gonfiore post-operatorio ,  ed una  piccola cicatrice alla base del naso, quasi sempre invisibile .

      Dopo l’intervento il naso attraversa una fase di 10 giorni in cui è compresso dal gesso.Quando si toglie il gesso il naso  appare abbastanza definito , mai poi si gonfia nuovamente , essendo terminata la compressione  Questo gonfiore può essere asimmetrico, cioè maggiore da un lato rispetto all’altro e perdurare per alcuni mesi. In genere  la punta è più gonfia rispetto al dorso.I fattori che influenzano questo edema e che lo aumentano sono : lo spessore della pelle (maggiore lo spessore , maggiore l’edema ), la predisposizione individuale al ristagno dei liquidi corporei , la esposizione al calore ed alla luce solare .Questo edema in genere è morbido e quando lo si comprime scompare , per poi ricomparire , ma a volte diventa anche duro (edema organizzato). I massaggi sono molto utili nel  provocare una graduale regressione dell’edema ;in qualche caso, molto ostinato si può ricorrere  ad infiltrazioni locali di Kenakort  ( Cortisone ), con ago molto sottile.  Questo  gonfiore localizzato è maggiore nelle zone dove sono stati collocati innesti cartilaginei , dove il massaggio va’ fatto almeno per 10 minuti due volte al giorno.In alcuni soggetti il naso si presenta ben delineato già un  mese dopo l’operazione , in altri è  ancora leggermente gonfio anche dopo un anno, specialmente alla punta.

Respirazione : dopo la asportazione dei tamponi c’è una fase immediata in cui il respiro è più che perfetto, ma , successivamente , per ‘effetto rebound’ , la mucosa , che prima era stata compressa dai tamponi si gonfia di nuovo ed occorrono almeno 2 settimane perché il respiro nasale torni normale (si usano spray).

Sorriso : inizialmente può essere ridotto ed incompleto per il rilasciamento del muscolo depressore del setto , che spesso viene effettuato ; questo anche per 6 settimane. Intorpidimento del naso : può durare anche svariati mesi.

        In conclusione occorre sempre avere, dopo una rinoplastica , pazienza e nervi saldi. 


Condividi