RINOFILLER : ATTENZIONE ALLA RINOPLASTICA CON I FILLER (NON CHIRURGICA)

Dopo un intervento di rinoplastica , anche se ben riuscito ,si possono evidenziare piccole irregolarità che si manifestano a distanza di alcuni mesi, quando i tessuti si sgonfiano e l’edema si riassorbe ; si tratta di piccole angolature o margini ossei spigolosi che si sentono al tatto e che si possono ,a volte, anche vedere,quando la pelle è sottile . Esiste  un rimedio sicuro per i pazienti più esigenti , che è rappresentato dai filler a lunga durata ,a base di Ac ialuronico cross-lincato o Radiesse ( gli stessi usati per labbra , guance o zigomi) , che, iniettati sul naso ammorbidiscono i contorni e danno un affinamento prima impensabile ; questi fillers iniettati sul naso hanno una durata anche di due anni perché il tessuto ricevente non ha mobilità e dinamismo , come le guance o le labbra e, quindi , il riassorbimento è lentissimo . In effetti occorrono pochi minuti e c’è poca spesa con buoni risultati. Essi  rappresentano, a volte, l’ideale completamento di una rinoplastica., insieme alle infiltrazioni di cortisone per attenuare gli ispessimenti cicatriziali. Questi fillers possono anche essere usati per correggere maggiori depressioni o irregolarità che prima potevano richiedere piccoli ritocchi in anestesia locale o interventi maggiori. Insomma , tutti felici e contenti di questi filler?  Non proprio. Innanzitutto bisogna dire che il chirurgo più bravo ne ha meno bisogno per perfezionare il risultato e che si può parlare ,a questo punto , di Rinoplastica ‘Filler free’ e non ‘Filler free’. Poi , bisogna aggiungere , che ,come tutte le cose che funzionano, se si usano in maniera non appropriata danno dei problemi ; infatti  si è giunti  all’assurdo che medici , per niente esperti di plastica nasale propongono una Rinoplastica non chirurgica usando solo questi ‘fillers’, che chiamano Rinofillers  , facendo dei rimodellamenti  sbagliati , gonfiando il naso in maniera esagerata e pretendendo di attenuare una gobba col riempimento dell’angolo naso frontale ; ne risultano nasi grossi , con dorso alto, di tipo ‘greco’ e spesso il materiale iniettato è eccessivo e può dare
infiammazioni.

Ho visto qualcuno di questi disastri e devo dire che la correzione è difficile perché bisogna prima eliminare il materiale ,(cosa non facile) e poi ricostruire la forma. Dunque attenzione alla pubblicità quando leggete ‘Rinoplastica non chirurgica’ o ‘Rinoplastica con i Filler’.

Dr C. Martino

CLINICA DEI NASI SALERNO


Condividi